Luoghi sonori da accogliere

L’intersensorialità all’opera tra suoni e immagini attiva una interconnessione tra diverse sensorialità, costruendo luoghi significanti. Siano essi nuovi o abituali, quotidiani o dell’altrove, portano con sé conoscenze e sollecitano memorie, possono aprire ulteriori spazi per nuove esplorazioni, oppure contenere il già noto. Peregrinare di ogni giorno, viaggiare nelle lontananze, accogliere diversità: per sperimentarsi.

De amor de guerra i de poesia - Panta Rei Alghero (2007)

De amor, de guerra i de poesia, durante il Concerto di Natale dei Panta Rei nella Chiesa di San Francesco (2007). La canzone, scritta da Antonello Colledanchise, parla di una ragazza che lavoro in un cafè chantant, dove di notte canta per i soldati che l'indomani andranno a uccidere o essere uccisi. La canzone è contenuta nel CD "Tot se'n vola" dei Panta Rei. Durante l'esecuzione è accompagnata alla chitarra da Giampietro Moro. Alla fisarmonica troviamo il Maestro Raffaele Podda, dell'Associazione "Suoni e Voci" di Cagliari. Ha presentato Lucia Muzzetto.

Movimenti... in ascolto

l video propone momenti sonori da luoghi vissuti, naturali e artistici, connessioni tra l’area naturale di Diaccia Botrona e una proposta espositiva dell’Auditorium Parco della Musica di Roma (febbraio 2013).

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito